3 Zinnen Dolomiti: una collaborazione di lunga data che riscuote successi crescenti

Da oltre 25 anni, le montagne del comprensorio 3 Zinnen Dolomiti hanno instaurato una stretta collaborazione con TechnoAlpin. Il comprensorio riconferma infatti pieno affidamento sulla tecnologia leader nell'innovazione di TechnoAlpin.

Nel 2018 la destinazione delle Tre Cime Dolomiti è stata la prima in assoluto fra i comprensori dolomitici ad inaugurare la stagione sciistica. Il comprensorio si impegna costantemente a garantire ai suoi ospiti una qualità delle piste ottimale. Tutto questo si ripercuote anche sul successo della località: negli ultimi anni le Tre Cime Dolomiti hanno registrato un incremento annuale delle presenze del 15-25%. Grazie all'ampliamento dell'offerta di piste, dal 2014 al 2016 è stato conseguito addirittura un aumento del fatturato invernale superiore al 50%.

Il comprensorio sa soddisfare al meglio le crescenti aspettative che gli sciatori ripongono in una pista: nel 2018 sono state installate complessivamente 87 nuove macchine a ventola e 12 nuove lance. Inoltre è stata realizzata una stazione di pompaggio che conta un totale di ben nove pompe, il cui obiettivo consiste nel ridurre il tempo di innevamento a una possibile durata record di 40 ore. Grazie al potenziamento previsto, il comprensorio è l'unico nella zona Dolomiti Superski ad estendersi oltre i confini italiani e a collegare due paesi e tre regioni.

I tubi dell'acqua della stazione di pompaggio sono in acciaio inox, un'assoluta novità per il territorio italiano. La stazione di pompaggio costituisce il nucleo di un impianto di innevamento, ragion per cui il materiale dei tubi riveste un’importanza fondamentale. I tubi in acciaio inossidabile sono anti-corrosione e possiedono una durata di vita particolarmente elevata.
Si tratta insomma del più potente impianto di innevamento italiano, un risultato che è stato possibile ottenere per esclusivo merito del moderno e avanzato impianto di innevamento di TechnoAlpin.

"L'innevamento tecnico è vitale per la funzione e la sopravvivenza di un comprensorio sciistico"

Rudolf Egarter è direttore tecnico di Drei Zinnen SpA ed è convinto che la qualità delle piste sia un fattore decisivo per gli ospiti e che l'innevamento abbia pertanto contribuito al successo del comprensorio: "L'innevamento tecnico è vitale per la funzione e la sopravvivenza di un comprensorio sciistico: si tratta di un elemento irrinunciabile in particolare per la sicurezza a lungo termine. I comprensori sciistici mettono in campo grossi investimenti per aumentare i profitti e l'innevamento consente di realizzare più velocemente piste con le condizioni che gli ospiti si attendono". Negli ultimi anni anche la qualità della neve è migliorata sensibilmente. "La neve tecnica non costituisce solo quella più indicata per la preparazione; ormai anche gli sciatori sembrano prediligere piste più compatte. Se la qualità della neve è quella giusta, anche gli sciatori più inesperti saranno in grado di percorrere le piste più difficili".

I comprensori delle Tre Cime Dolomiti si affidano a TechnoAlpin da più di due anni. Prima di scegliere un fornitore, è sempre necessario comprendere il suo modo di lavorare. "A essere decisiva non è tanto la durata di una collaborazione", afferma convinto Egarter, "quanto piuttosto la qualità, che deve essere sempre di altissimo livello. E non si tratta solo di quella dei generatori di neve. Di TechnoAlpin apprezziamo soprattutto il modo di risolvere i problemi e la disponibilità delle parti di ricambio. Sicuramente il vantaggio principale di TechnoAlpin è che si tratta di un'azienda che funziona bene in tutti i suoi elementi costitutivi, dalla macchina all'assistenza".

archivio notizie