Entusiasmo e varietà di compiti: una breve intervista a Thomas Pichler

Un impianto di innevamento perfettamente funzionante è indispensabile soprattutto all'inizio della stagione. Con dieci centri in tutto il mondo, il team di TechnoAlpin garantisce a livello mondiale assistenza e consulenti personali per qualsiasi tipo di problematica, vantando tempi di risposta rapidi e affidabilità in ogni parte del mondo e dando così grande importanza alla continuità dei servizi. Thomas Pichler lavora in TechnoAlpin dal 1998. Nel 2005 è diventato responsabile dell'assistenza tecnica internazionale con il compito di sovrintendere a clienti e tecnici dalla sede centrale di Bolzano. In una breve intervista ci racconta del suo lavoro e dei compiti che svolge. 

Che cosa ti ha portato a svolgere il tuo attuale lavoro?

Sono entrato in TechnoAlpin 20 anni fa come magazziniere e dopo qualche mese sono passato alla produzione. Dopo due anni ho ottenuto il trasferimento presso il reparto assistenza poiché cercavo nuove sfide. Mi è sempre piaciuto risolvere problemi, quindi scegliere questo reparto si è rivelato l'ideale per me. Fino al 2005 ho lavorato come addetto all'assistenza, assumendo poi la direzione del reparto di assistenza tecnica. Da allora sono trascorsi 13 anni. Per quanto mi riguarda, oggi posso dire che il tempo passato in produzione è stato davvero proficuo. Grazie a questa esperienza ho avuto modo di conoscere in maniera dettagliata i generatori di neve, sfruttando poi queste competenze come tecnico dell'assistenza e, naturalmente, anche come responsabile dell'assistenza tecnica.

Quali sono le tue mansioni?

La più importante è sicuramente quella di trovare soluzioni tecniche finalizzate a risolvere tutti i problemi che possono sorgere. Nel reparto assistenza di TechnoAlpin il metodo di lavoro è sempre orientato alla soddisfazione del cliente, che costituisce pertanto un aspetto cruciale. Siamo sempre a disposizione della clientela. Il nostro obiettivo è quindi quello di trovare sempre la soluzione ottimale per ogni tipo di problema che si presenta. C’è una stretta collaborazione con gli altri reparti, come quello di Ricerca e Sviluppo oppure di Produzione, in quanto forniamo spunti per miglioramenti e ci affidiamo in parte anche al loro supporto. Lavoriamo inoltre a stretto contatto con i capi progetto, in quanto la messa in servizio sul campo è effettuata da tecnici dell'assistenza. Si tratta di un aspetto che mi permette di avere una panoramica delle problematiche tecniche riscontrate sia dai clienti che dai tecnici. Per quanto riguarda i progetti di maggiore importanza sono sempre coinvolto per quel che concerne gli ambiti di coordinamento dell'esecuzione e reperimento delle soluzioni.

Cosa ti entusiasma del tuo lavoro?

Le mie mansioni variano molto e c'è poco spazio per la monotonia. Ogni giorno ho a che fare con qualcosa di nuovo ed è sicuramente il motivo per cui continuo a lavorare in questo reparto.

Com'è la collaborazione con il tuo team?

In questi 20 anni l'azienda è cresciuta molto, ricevendo nel tempo un sostegno sempre più ampio. Per eseguire un buon lavoro di squadra è necessario avere i collaboratori giusti, sui quali fare affidamento al 100%, ma un ruolo davvero fondamentale è quello svolto dalla reciproca disponibilità all’interno del team. Dico sempre che qui al reparto assistenza siamo ottimisti: se c'è un problema da risolvere, bisogna affrontarlo con fiducia senza darsi mai per vinti.

archivio notizie