Generatori di neve efficienti a temperature limite

Quest'anno l'avvio della stagione invernale, soprattutto in Europa, è stato caratterizzato da temperature marginali o da inversione termica, fenomeni che rappresentano una vera e propria sfida per gli impianti di innevamento in termini di qualità della neve ed efficienza. Dato che, in particolare nell'area meridionale della dorsale alpina, le temperature marginali e l'inversione termica sono piuttosto frequenti, sin dalla sua fondazione, nel 1990, TechnoAlpin ha sempre focalizzato la propria attenzione su queste condizioni estreme e complicate.

 

Non è quindi un caso che i prodotti TechnoAlpin siano particolarmente efficienti nella produzione di neve di altissima qualità alle temperature marginali e in condizioni meteorologiche difficili. La macchina a ventola TF10, ad esempio, è il punto di riferimento per quanto concerne la produzione di neve in condizioni particolari. 16 stadi di regolazione garantiscono una qualità costante e la giusta quantità di neve anche a temperature limite. Grazie al blocco valvole, l'impostazione avviene in modo autonomo e continuo. La potenza di questa macchina alle temperature marginali è a dir poco impressionante, come confermato anche dal feedback dei clienti. Solo nel 2015 ne sono stati prodotti oltre 1.000 esemplari.

La TL6, dal canto suo, è una lancia che garantisce una buona capacità di innevamento a temperature marginali estreme. Grazie ai nuovissimi nucleatori EDA, il fabbisogno energetico si riduce considerevolmente. I 6 stadi di regolazione permettono un adattamento ottimale della TL6 alle condizioni meteorologiche estreme della montagna.

 

Nonostante l'inverno sia arrivato in ritardo in Europa, la maggior parte dei comprensori è comunque riuscita ad aprire i battenti in tempo, grazie a buoni impianti e a uno sfruttamento ottimale delle finestre di innevamento. A dicembre gli appassionati di sport invernali hanno così potuto contare su piste perfettamente preparate.

archivio notizie