I leader mondiali del settore invitano allo scambio formativo

Ogni comprensorio sciistico presenta sfide a sé sulla base di condizioni locali quali gli impianti ad alta quota, il clima, la conformazione del terreno, le risorse idriche e numerosi altri fattori. TechnoAlpin, Kässbohrer e Doppelmayr hanno invitato i propri clienti a partecipare a due soggiorni formativi ricchi di informazioni. 

Scambio di esperienze a Ötztal, nel Tirolo austriaco

Ötztal, la valle situata nel Tirolo austriaco, è una delle regioni a maggior affluenza turistica delle Alpi. All’inizio di marzo i gestori dei comprensori polacchi si sono recati a Sölden e Hochgurgl per un soggiorno formativo. Grazie a 31 impianti di risalita e una portata di circa 65.500 persone/h, Sölden è senza dubbio uno dei comprensori sciistici più moderni delle Alpi. Non sono soltanto le piste allestite in modo impeccabile a costituire la cifra distintiva di questa rinomata meta alpina, bensì una grande varietà di offerte gastronomiche, snowpark, oasi wellness e molto altro, che ogni anno fa registrare quasi 2 milioni di ospiti. Il comprensorio di Obergurgl-Hochgurgl, a pochi chilometri da Sölden, offre un programma alternativo altrettanto ricco, mirato al settore luxury: questo luogo, in cui è possibile praticare alcuni sport invernali, è noto come il “diamante delle Alpi” fa da cappello alle Alpi di Ötztal. Durante il soggiorno formativo i partecipanti hanno avuto la possibilità di conoscere più da vicino entrambe le zone sciistiche e di scambiare le proprie esperienze con l’Amministratore Delegato della zona sciistica di Obergurgl-Hochgurgl e le guide turistiche di Ötztal. 

Destinazione modello Sochi

A metà marzo i gestori delle zone sciistiche svizzere si sono incontrati a Sochi per uno scambio di esperienze. La città termale situata sul Mar Nero e il distretto omonimo nel 2014 hanno ospitato i Giochi olimpici invernali. A 40 km dalla costa si trova la destinazione invernale di Krasnaya Polyana, che vanta una presenza di laghi e montagne che l'hanno fatta conoscere anche col soprannome di “Svizzera russa”. Krasnaya Polyana è stata ampliata negli scorsi anni grazie a investimenti miliardari, diventando così un luogo esclusivo dove praticare gli sport invernali: la località ha infatti ospitato le gare olimpiche di sport sulla neve. Con Rosa Khutor, Laura Psekhako Ridge Gazprom, Alpika Service e Gornaya Karusell questo luogo offre la bellezza di quattro comprensori. Ai visitatori è stato presentato un resoconto dei Giochi olimpici con dettagli interessanti sui comprensori presenti in regione. Il soggiorno formativo ha inoltre previsto una visita al villaggio olimpico, nel quale si trovano, tra gli altri, lo stadio olimpico, la Medals Plaza e l’autodromo di Sochi

archivio notizie